Fibromialgia: i sintomi, le cause, come intervenire

La fibromialgia è una patologia che provoca dolore in tutto il corpo (indicato anche come dolore diffuso), problemi del sonno, affaticamento e spesso disagio emotivo e mentale.

I ricercatori ritengono che la fibromialgia amplifichi le sensazioni dolorose influenzando il modo in cui il cervello e il midollo spinale elaborano segnali dolorosi e non dolorosi.

I sintomi spesso iniziano dopo un trauma fisico, un intervento chirurgico, un’infezione o uno stress psicologico significativo. In altri casi, i sintomi si accumulano gradualmente nel tempo senza un singolo evento scatenante.

I sintomi della fibromialgia

I sintomi principali della fibromialgia includono:

  • Dolore diffuso: il dolore associato alla fibromialgia è spesso descritto come un dolore costante. Per essere considerato diffuso, il dolore deve manifestarsi su entrambi i lati del corpo e sopra e sotto la vita.
  • Fatica: le persone con fibromialgia spesso si svegliano stanche, anche se riferiscono di dormire per lunghi periodi di tempo. Il sonno è spesso interrotto dal dolore e molti pazienti hanno altri disturbi, come la sindrome delle gambe senza riposo e l’apnea notturna.
  • Difficoltà cognitive: un sintomo comunemente indicato come “nebbia fibrosa” compromette la capacità di concentrarsi, prestare attenzione e concentrarsi sui compiti mentali.

La fibromialgia spesso coesiste con altre condizioni, come ad esempio:

Le cause

La causa esatta della fibromialgia è sconosciuta, ma si pensa che sia correlata a livelli anormali di alcune sostanze chimiche nel cervello e ai cambiamenti nel modo in cui il sistema nervoso centrale (cervello, midollo spinale e nervi) elabora i messaggi di dolore trasportati nel corpo.

Si pensa che alcune persone abbiano maggiori probabilità di sviluppare la fibromialgia a causa dei geni ereditati dai genitori.

In molti casi, la patologia sembra essere stata innescata da un evento fisicamente o emotivamente stressante.
In molti casi, la patologia sembra essere stata innescata da un evento fisicamente o emotivamente stressante.

l dolore, l’affaticamento e la scarsa qualità del sonno associati alla fibromialgia possono interferire con capacità di lavorare a casa o sul lavoro. La frustrazione di affrontare una condizione spesso fraintesa può anche provocare depressione e ansia correlata alla salute.

Come intervenire

La fibromialgia può essere efficacemente gestita con farmaci e strategie di autogestione.

La fibromialgia deve essere gestita da un medico o da un team di operatori sanitari specializzati nel trattamento della fibromialgia e di altri tipi di artrite. I medici di solito gestiscono la fibromialgia nei pazienti con una combinazione di terapie che possono includere:

  • Farmaci, inclusi farmaci da prescrizione e antidolorifici da banco
  • Esercizio aerobico e esercizio di rafforzamento muscolare
  • Classi di educazione del paziente, di solito in strutture di assistenza primaria o di comunità
  • Tecniche di gestione dello stress come meditazione, yoga e massaggio
    Buone abitudini del sonno per migliorare la qualità del sonno
  • Terapia cognitivo comportamentale per il trattamento della depressione. E’ un tipo di terapia della parola destinata a cambiare il modo in cui le persone agiscono o pensano.
  • Terapie alternative:  l’agopuntura, la ginnastica dolce e lo yoga possono avere effetti positivi sui sintomi.

Contattaci per i nostri servizi specializzati.

Questo sito fa uso di cookie. Cliccando sul pulsante al lato acconsentirai all'utilizzo di questa tecnologia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi